CookiesAccept

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Istituti d'Istruzione secondaria di primo grado

 

Denominazione scuola 

 Telefono  

Fax

 Comune 

Scuola Secondaria I Grado”Pacuvio-Don Bosco” 

 581198 

 542488 

Brindisi 

Scuola Secondaria I Grado “Kennedy” 

 418525 

 418525 

Brindisi 

Scuola Secondaria I Grado  “Marzabotto-G. Cesare” 

 517010 

 513599 

Brindisi 

Scuola Secondaria I Grado “L.da Vinci-Alighieri” 

 584908 

 513404 

Brindisi 

Scuola Secondaria I Grado “Salvemini - Virgilio” 

 529610 

 560130 

Brindisi 

Scuola Secondaria I Grado “Cavallo-Morelli”

996206

992891

Carovigno 

Scuola Secondaria I Grado Pascoli” 

 377341 

 377232 

Ceglie Messapica 

Istituto Comprensivo “Manzoni” 

 619054 

 617907 

Cellino S.Marco 

Scuola Secondaria I Grado “Manzoni” 

 4448114 

 4443007 

Cisternino 

Scuola Secondaria I Grado “Pascoli”  

 767069 

 767069 

Erchie 

Scuola Secondaria I Grado  “Galilei” 

 4897423 

 4897423 

Fasano - Pezze  

Scuola Secondaria I Grado “Bianco” 

 4413171 

 4413171 

Fasano 

Scuola Secondaria I Grado “Pascoli – Marconi” 

 4413170 

 4423420 

Fasano 

Scuola Secondaria I Grado “Bilotta” 

 841608 

 815695 

Francavilla F. 

Scuola Secondaria I Grado “San Francesco” 

 859965 

 813336 

Francavilla F 

Scuola Secondaria I Grado “Croce-Monasterio” 

 725871 

 725871 

Latiano 

Scuola Secondaria I Grado “Materdona” 

 771421 

 730667 

Mesagne 

Scuola Secondaria I Grado “Moro” 

 738266 

 738266 

Mesagne 

Scuola Secondaria I Grado “Milizia-Fermi” 

 845309 

 845309 

Oria 

Scuola Secondaria I Grado “Barnaba” 

 301527 

 301527 

Ostuni 

Scuola Secondaria I Grado “San Giovanni Bosco” 

 332088 

 332088 

Ostuni 

Istituto Comprensivo “Alighieri” 

 631056 

 631056 

Sandonaci 

Istituto Comprensivo “Giovanni XXIII” 

 966070  

 966070 

San Michele Sal. 

Scuola Secondaria I “Manzoni” 

 666096 

 665890 

San Pancrazio S. 

Scuola Secondaria I Grado “Alighieri-Don Minzoni” 

 671794 

 652574 

San Pietro V. 

Scuola Secondaria I Grado “Buonsanto-Meo” 

 951170 

 982730 

San Vito dei N. 

Istituto Comprensivo “Valesium” 

 620131 

 620131 

Torchiarolo 

Scuola Secondaria I Grado “Mazzini”  

 747231 

 746653 

Torre S.S. 

Scuola Secondaria I Grado “Alighieri” 

 866014 

 860369 

Villa Castelli 

 

Istituti Comprensivi


Cellino San Marco
A.Manzoni -Cellino S.Marco-

 

Via Castelfidardo 70
72020 Cellino San Marco BR
tel/fax 0831 619097

 

Comprende le seguenti scuole:

Sc.Materna Ist.Comprensivo - Piazza della Repubblica

Sc.Materna Ist.Comprensivo - Via Napoli

Scuola Elem. Cellino San Marco tel 0831 959037

Sc. Media A.Manzoni -Cellino S.Marco- - Via Castelfidardo 70 tel/fax 0831 619097

 

 

San Donaci
Dante Alighieri di San Donaci

Via G.Verdi, S.N.
72025 San Donaci BR

tel/fax 0831 631056

 

Comprende le seguenti scuole:

Sc.Materna Sandonaci - Via Machiavelli tel 0831 635020

Sc.Materna Sandonaci - Via Umberto I tel 0831 635017

Sc.Elementare Sandonaci - Via Cellino tel 0831 635045

Scuola Elem.Sandonaci - San Donaci Via Machiavelli tel 0831 635557

Sc.Media Alighieri Sandonaci - San Donaci Via G.Verdi tel/fax 0831 635049

 

San Michele Salentino
Giov. XXIII S. Michele S.No

Via Giovanni XXIII, 12
72018 San Michele Salentino BR

tel/fax 0831 966070

 

Comprende le seguenti scuole:

Sc.Materna Cosimo Carlucci - Via De Amicis tel 0831 966021

Sc.Elementare Guglielmo Marconi-San Michele S - Piazza Marconi tel 0831 964914

Sc. Media Giovanni XXIII - San Michele Talentino  Via Giovanni XXIII, 12 tel/fax 0831 966070

 

Torchiarolo
Valesium Torchiarolo

Piazza Municipio 6
72020 Torchiarolo BR

tel/fax 0831 620131

 

Comprende le seguenti scuole:

Sc.Materna " G.Rodari " - Via Caneva

Sc.Materna Via Colombo - Via Colombo

Sc.Elementare Valesium - Via Lo Marchese tel 0831 950129

Sc. Media Valesium Torchiarolo - Piazza Municipio 6 tel/fax 0831 620131

 

 

 

Scuole primarie e per l'infanzia

 

DENOMINAZIONE SCUOLA 

 COMUNE 

NUMERI  

TELEFONICI 

FAX 

Direzione Didattica I circolo "Perasso" 
Coso Roma, 91

BRINDISI 

0831.521563

0831.521563

Direzione Didattica II circolo “San Lorenzo” 
via Ferrante Fornari, 25

BRINDISI 

0831.521067

0831.564899

Direzione Didattica III circolo “Cappuccini”
via Vittorio Veneto

BRINDISI

0831.512116

0831.512116

Direzione Didattica IV circolo “Collodi” 
via Mecenate, 68

BRINDISI

0831.524004

0831.522664

Direzione Didattica V circolo “Crudomonte” 
viale Gran Bretagna, 4

BRINDISI

0831.548432

0831.575420

Direzione Didattica VI circolo “Calò” 
via primo Longobardo

 BRINDISI 

0831.418090 

0831.418384 

Direzione Didattica VII circolo “Rodari”  
via Don Monza, 1

BRINDISI

0831.581509

0831.581509

Direzione Didattica VIII circolo “Deledda” 
piazza Grazia Deledda, 1

BRINDISI

0831.452070

0831.551203

Direzione Didattica IX circolo “Mantegna”
via Mantegna, 2 

BRINDISI

0831.585818

0831.585818

Direzione Didattica I circolo “Brandi” 
via Carducci

CAROVIGNO 

0831.991029

0831.992898

 Direzione Didattica II circolo “Lanzillotti” 
via Quasimodo, 1

CAROVIGNO

0831.996210

0831.990694

Istituto comprensivo  “A. Manzoni”
tel. 0831 619097 - scuola elementare plesso

CELLINO SAN MARCO

0831.959037

-

Direzione Didattica  I circolo “De Amicis” 
via machiavelli, 40

CEGLIE MESS. 

0831.377040 

0831.381541 

Direzione Didattica II circolo “Don Bosco” 
via Francavilla

CEGLIEMESS.

0831.377121

0831.377121

Direzione Didattica “Via Roma” 
via Roma, 110

CISTERNINO

080.4448036

080.4448036

Direzione Didattica  “Via Risorgimento” 

ERCHIE

0831.767071

0831.759025

Direzione Didattica  I circolo “Collodi” 
via Collodi, 3

FASANO 

080.4413007

080.4413007

Direzione Didattica II circolo “Giovanni XXIII” 
via Mignozzi, 56

FASANO 

080.4413008 

 080.4413008 

Direzione Didattica III circolo “via Bertani” 

PEZZE DI GRECO 

080.4897280 

 080.4897280 

Direzione Didattica I circolo  
via Oratorio della Morte

FRANCAVILLA F. 

0831.841857 

0831. 841857 

Direzione Didattica II circolo 
viale Vincenzo Lilla

FRANCAVILLAF.

0831.841958

0831.841958

Direzione Didattica III circolo 
viale Abadessa, 11

FRANCAVILLA F. 

0831.812989 

0831.812989 

Direzione Didattica “Errico” 
Piazza Rubino, 10

LATIANO

0831.725179

0831.725179

Direzione Didattica I circolo  “Carducci” 
via Marconi

MESAGNE

0831.771068

0831.771068

Direzione Didattica II circolo “Giovanni XXIII”
via Maja Materdona

MESAGNE

0831.771794

0831.773879

Direzione Didattica I circolo “De Amicis” 
via Renato Lombardi

ORIA 

0831.845016

0831.845016

Direzione Didattica II circolo “Monaco” 
via Cavour

ORIA

0831.845057

0831.846007

Direzione Didattica I circolo “Pessina” 
piazza Italia, 11

OSTUNI

0831.302710

0831.302710

Direzione Didattica II circolo “Vitale” 
via G. Pinto, 25

OSTUNI

0831.301657

0831.301856

Direzione Didattica III circolo “Giovanni XXIII”
via Daniele Manin, 32

OSTUNI

0831.333998

0831.333998

Istituto Comprensivo "Dante Alighieri" via G. Verdi"  - Scuola elementare plesso via Cellino- San Donaci

SAN DONACI

0831.635045

-

Direzione Didattica “Via San Pasquale”
via San Pasquale 

SAN PANCRAZIO S. 

0831.666037 

0831.666037 

Direzione Didattica  “De Simone” 
via Monte Piana, 2

SAN PIETRO V. 

0831.671239 

0831.671239 

Direzione Didattica I circolo “Lanza del Vasto” 
via De Gasperi

SAN VITO DEI N. 

0831.951306 

0831.951306 

Direzione Didattica II circolo “Don Milani” 
via Venticinque Luglio

SAN VITO DEI N. 

0831.951160 

0831.951160 

Direzione Didattica “Via Oria” 

TORRE S.SUSANNA 

0831.746190 

0831.746190 

Direzione Didattica “Piazza Ostilio” 

VILLA CASTELLI 

0831.866052 

0831.860348 

 

 

Istituti Secondari di Secondo grado

 

ISTITUTI SCOLASTICI

LOCALITA'

I.P.Industr.e Artig. "G.Ferraris" via Adamello

BRINDISI

I.P.S.A.R. Ist. Prof. Stat. Servizi Alberghieri - via Appia, 356

BRINDISI

I.P.S.Com."C.De Marco" via N.Brandi

BRINDISI

I.P.S.S.S. Ist. Prof. Stat. Serv. Soc. - via Galanti, 1

BRINDISI

I.T.  per Geometri "Belluzzi" via N.Brandi

BRINDISI

I.T.C. "L.Flacco" via Tacito,1

BRINDISI

I.T.C. "Marconi" via Cortine,110 
               succursale via Maglie

BRINDISI

I.T.I.S. "G.Giorgi" Via Amalfi 6 
                      Succursale  via N. Brandi

BRINDISI

I.T.Ind. "Majorana" via Montebello

BRINDISI

I.Tec.Nautico "Carnaro" via N. Brandi

BRINDISI

Liceo Artistico "E.Simone" via Felice Assennato

BRINDISI

Liceo classico "B.Marzolla" via Nardelli

BRINDISI

Liceo Psicoped- ling."E.Palumbo" via A.Grandi

BRINDISI

Liceo scient."E.Fermi" viale Porta Pia 47

BRINDISI

Liceo Scientifico "Monticelli" via N.Brandi

BRINDISI

IPSAR di BR sede staccata  via Camillo Sbarbaro 2

CAROVIGNO

I,P.I.A.- "C.Agostinelli" via G.Fortunato

CEGLIE  M.CA

I.P.Albergh."C.Agostinelli" via Bellanova

CEGLIE  M.CA

I.P.S.S. "C.Agostinelli" via Ovidio

CEGLIE  M.CA

I.T.C. "C.Agostinelli" via sac. Mastro

CEGLIE  M.CA

Liceo classico "C.Agostinelli" via sac Mastro

CEGLIE  M.CA

Liceo sciient."C.Agostinelli" via Ovidio

CEGLIE  M.CA

Liceo Poliv.(Pedagogico-Ling.Scient.Tec.) via Madonna del Soccorso

CISTERNINO

I.I.SUP.(liceo scient.-ling.-tec.) "Leonardo Da Vinci"  via Attoma tel. 080 4386011

FASANO

I.P.alb."G.Salvemini" via S.Lorenzo IPSSAR

FASANO

I.P.I.A." Ferraris" di BR sez. staccata via Pacinotti 7 / Via S.Margherita, 8 - Fasano
Tel. 080713370

FASANO

Ist. Prof. diStato per i Serv. Sociali.  Via F.lli Rosselli tel. 080-4422128

FASANO

I.T.C. "G.Salvemini" via Attoma

FASANO

IISS - Liceo Classico - Scientifico Ist.Prof Serv.Soc.

FASANO

I.I.Sec.Sup.sez.class. e scient."V.Lilla" viale Lilla tel. 0831-813744

FRANCAVILLA  F.

I.T.C. "G. Calò" via Gorizia,71

FRANCAVILLA  F.

I.T.IND." E.Fermi" via Cap.Di Castri
           succursale via S.Francesco
           succursale via Battaglia

FRANCAVILLA  F.

I. C."De Marco"di BR sede staccata via S:Francesco

FRANCAVILLA F.

Liceo scient."Ribezzo" via F.Filzi 48
                   succursale via Battaglia 28

FRANCAVILLA F.

I.S."E.Ferdinando"sez.scient.via Eschilo
 sez.comm."E.Ferdinando"  via D.Chiesa
            (PROGETTO Sirio) via D.Chiesa

MESAGNE

I.I.S.S. scientif. "Lilla" sez. staccata via Ada Negri - tel.  0831-817097

ORIA

I.T.C. per il Turismo"Calò" sez. stacc.  DTC Calò di Francavilla - via Giacinto d'Oria

ORIA

I.I.S.S. L.Pepe - A.Calamo Via T. Nobile - Ostuni
Tel. 0831 975291

OSTUNI

I.T.C. e per Geom. "Monnet" via D.Silletti te. 0831-331217

OSTUNI

I.T.IND. "E.Pantanelli" c.da S.Lorenzo Sez. Agraria sede centrale - tel. 0831.301868

OSTUNI

I.T.IND."Pantanelli"succursale sez. Industriale c.da Montesarago tel.0831.301180

OSTUNI

Liceo Classico "Calamo" via Giuseppe di Vittorio Tel. 0831971549

OSTUNI

I.T.C. "Valzani"  Viale delgi Studi - San Pietro V.co -Tel. 0831654351

S.PIETRO V.CO

Liceo Scient. Leonardo Leo Via Sacharov tel. 0831.951642

S.VITO DEI N.NNI

I.T.IND."Pantanelli" sez.stac.di OSTUNI  via Mesagne tel. 0831.740524 - via Oria Tel. 0831.746864

TORRE S.SUSANNA



 

Università

 
Università di Bari sede di Brindisi
Piani di studio per l'a.a. 2008/09
dei Corsi di Laurea attivi presso la
Sede decentrata di Brindisi
- Università degli Studi di Bari -
>>>
 
 
 
Ecco le sedi consigliate:
 
Nota: I corsi di laurea e di diploma di laurea breve selezionati sono stati scelti tra quelli meno noti, tenuti presso quelle sedi che siano facilmente raggiungibili dagli studenti della provincia di Brindisi.
  
  
 
Sedi di università e/o di Istituti Universitari
Sedi di corsi di laurea e/o diploma
Sedi di sola didattica universitaria
001Milano  
002  Codogno (MI)
003  Segrate (MI)
004Bergamo  
006 Dalmine (BG) 
007Brescia  
008 Edolo (BS) 
009  Breno (BS)
010 Varese 
011 Como 
012 Cremona 
013 Crema (CR) 
014 Lodi 
015 Lecco 
016  Bosisio Parini (LC)
017 Mantova 
018  Volta Mantovana (MN)
019  Viadana (MN)
020Pavia  
021Torino  
022 Pinerolo (TO) 
023 Ivrea (TO) 
024 Grugliasco (TO) 
025  Cuneo
026 Alba (CN 
027 Saluzzo (CN) 
028 Mondovì (CN) 
029 Fossano (CN) 
030 Aosta 
031 Alessandria 
032 Acqui Terme (AL) 
033 Novara 
034 Vercelli 
035 Asti 
036 Biella 
037Trento  
038 Rovereto (TN) 
039  Bolzano
040 Brunico (BZ) 
041Udine  
042 Pordenone 
043 Feltre (BL) 
044Trieste  
045 Gorizia 
046 Mestre (VE) 
047 Portogruaro (VE) 
048 Oriago di Mira (VE) 
049  Conegliano (TV)
050  Lancenigo (TV)
051 Rovigo 
052  Ceregnago (RO)
053 Vicenza 
054 Treviso 
055Padova  
056 Legnaro (PD) 
057Verona  
058Genova  
059 La Spezia 
060 Imperia 
061 Savona 
062 Ventimiglia (IM) 
063Firenze  
064Pisa  
065Siena  
066 Pistoia 
067 Prato 
068 Arezzo 
069 Grosseto 
070 San Casciani (FI) 
071  Montepulciano (SI)
072Bologna  
073Parma  
074Modena  
075Ferrara  
076 Reggio Emilia 
077 Ravenna 
078 Forlì 
079 Rimini 
080 Piacenza 
081 Cesena (FO) 
082  Faenza (RA)
083Ancona  
084Macerata  
085Camerino  
086Urbino  
087 Ascoli Piceno 
088 Fabriano (AN) 
089 San Benedetto del Tronto (AP) 
090 Fermo (AP) 
091 San Severino Marche (MC) 
092 Tolentino (MC) 
093 Matelica (MC) 
094 Pesaro 
095 Fano (PS) 
096Perugia  
097 Terni 
098 Assisi (PG) 
099 Spoleto (PG) 
100Chieti  
101L'Aquila  
102Teramo  
103 Pescara 
104 Lanciano (CH) 
105 Torre dei Passeri (PE) 
106 Avezzano (AQ) 
107 Sulmona (AQ) 
108Roma  
109Cassino (FR)  
110Viterbo  
111 Latina 
112 Monterotondo (RM) 
113 Cittaducale (RI) 
114  Rieti
115  S. Martino al Cimino (VT)
116  Frosinone
117  Sora (VT)
118  Sezze (LT)
119  Civitavecchia (RM)
120  Ariccia (RM)
121  Bracciano (RM)
122  Tivoli (RM)
123  Frascati (RM)
124  Formia (LT)
125  Magliano Sabina (RI)
126Napoli  
127Salerno  
128 Avellino 
129 Benevento 
130 Caserta 
131 Aversa (CE) 
132 Capua (CE) 
133 Pomigliano (NA) 
134 S. Maria Capua Vetere (NA) 
135 Cava dei Tirreni (SA) 
136Campobasso  
137 Isernia 
138  Pozzilli (IS)
139  Venafro (IS)
140Reggio Calabria  
141Catanzaro  
142Cosenza  
143  Locri (RC)
144Cagliari  
145Sassari  
146 Oristano 
147 Nuoro 
148Palermo  
149Catania  
150Messina  
151 Ragusa 
152 Siracusa 
153 Trapani 
154 Agrigento 
155 Enna 
156 Marsala (TP) 
157 Bivona (AG) 
158 Modica (RG) 
159 Caltagirone (CT) 
160 Giarre (CT) 
161 Priolo (SR) 
162Potenza  
163 Matera 
164  Pescopagano (PZ)
165Bari  
166Lecce  
167 Foggia 
168 Taranto 
169 Brindisi 
170  S. Giovanni Rotondo (FG)

 
 

Biblioteca Provinciale di Brindisi

Biblioteca Provinciale di Brindisi

 

Viale Commenda, 1
72100 BRINDISI
Tel. 0831 544 301
 

ORARIO APERTURA
(Sala Ragazzi)

Da Lunedì a Venerdì
08:30 - 16:45


 
 
 
Fondata nel 1935
Storia della biblioteca

Le prime iniziative per realizzare a Brindisi una biblioteca pubblica di ente locale risalgono al 1870 come attestato dal carteggio tra la Deputazione Provinciale di Terra d'Otranto ed il municipio di Brindisi.

Ma è solo nel 1930 che la neonata (1927) Provincia di Brindisi, con delibera n. 20 adottata dal Rettorato il giorno 25 febbraio, decide di istituire una biblioteca di ente locale.

Vicende legate ai rapporti con il comune capoluogo per la cessione del suolo su cui doveva sorgere la nuova struttura, rinviano la realizzazione di un progetto globale di sede, servizi e dotazione libraria, ma non fanno venir meno la concreta volontà della Provincia di metterlo in atto. Ed infatti, successivamente (1933) il Rettorato apre al pubblico una biblioteca in locali provvisori al piano terra della propria sede.

Subito dopo il periodo bellico, la Provincia torna sul suo progetto ed approva (1950) la spesa complessiva per la compravendita del suolo sul quale verrà realizzata la prima apposita sede della Biblioteca Provinciale di Brindisi in Piazza Duomo.

Contestualmente, la Provincia approva il regolamento per la biblioteca e l'annessa dotazione organica del personale e sostiene le spese per l'arredamento e per l'incremento del patrimonio librario, pari all'epoca a 10.000 volumi.

Nel trentennio successivo, il patrimonio librario raggiunge la consistenza di circa 50.000 volumi, a testimonianza del costante interesse riservato all'istituzione. La nuova biblioteca non dimentica, però, la sua vocazione territoriale ed assume l'iniziativa, d'intesa con il Ministero della Pubblica Istruzione, di estendere in tutti i comuni della provincia, un servizio di promozione e di incentivo, denominato "rete provinciale dei posti di prestito". In pratica, la Biblioteca Provinciale fornisce ai comuni interessati all'iniziativa e che hanno messo a disposizione un apposito locale, un numero di volumi che vengono periodicamente rinnovati. L'iniziativa intrapresa, altamente positiva se considerata come servizio immediato ad utenti decentrati e privi di strutture bibliotecarie, ha il grande merito di rappresentare la spinta iniziale per la nascita di una biblioteca in ogni comune. Nello stesso periodo, la Biblioteca Provinciale istituisce anche un servizio di fonoteca musicale e linguistica.

La Provincia di Brindisi, date le alte percentuali di frequenza giornaliera, decide di realizzare una nuova apposita sede per consentire una fruizione più comoda all'utenza. Il progetto viene affidato all'architetto Enrico Nespega di Roma e compiutamente realizzato nel 1985. Dall'anno seguente, Brindisi può così contare su una struttura ampia, moderna e confortevole, quale risposta al fabbisogno di informazione e cultura nell'unica provincia pugliese priva di strutture universitarie.

Dal 1986 in poi, la biblioteca esalta il suo ruolo territoriale con una serie di iniziative, anche originali, che la pongono all'attenzione nazionale e tra le quali le più significative sono le seguenti:

1) Promuovere e favorire, sostenendo le spese di impianto, la cooperazione tra le biblioteche pubbliche e private del territorio mediante la costituzione di un "Sistema Bibliotecario Provinciale", basato sull'adesione dei comuni e degli enti proprietari di biblioteche e sull'uso dell'informatica e della telematica;

2) Diventare il primo polo pugliese del "Servizio Bibliotecario Nazionale";

3)Aprire una sezione specializzata a favore degli studenti della scuola dell'obbligo;

4) Sperimentare l'istruzione a distanza via satellite nell'ambito del progetto WAUSE;

5) D'intesa con le università di Lecce e di Bari, attivare sportelli decentrati di segreteria studenti collegati in rete telematica;

6) Garantire, senza comunque sminuire l'importanza del libro, l'informatizzazione su tutti i supporti esistenti attraverso la recente apertura della Mediateca.

 

Patrimonio libraio

Oggi la Biblioteca Provinciale di Brindisi dispone di un patrimonio complessivo di 120.000 volumi tra monografie e periodici. Questa ricchezza fa della suddetta biblioteca la più importante della provincia, nonché l'unica che possa documentare nella sua interezza lo svolgersi della vita culturale dell'intera provincia di Brindisi e non solo.

 

manoscritti
12
volumi ed opuscoli 100.000
· incunaboli 2
· edizioni del '500 26
· edizioni del '600 80
· edizioni del '700 140
· edizioni del '800 200
periodici 645
· periodici spenti 500
· periodici correnti 145
· giornali 38
· giornali spenti 20
· giornali correnti 18
fotografie 600
dischi 350
videocassette 100

 

La sede

L'attuale sede in Viale Commenda, con ampio parcheggio circostante, è caratterizzata da vasti spazi riservati al pubblico, tra i quali la zona reception, le sale di lettura distribuite su diversi livelli, una sala destinata ai ragazzi della scuola dell'obbligo, un auditorium con circa 160 posti a sedere, una torre libraria con una capienza di circa 200.000 volumi, i locali dei servizi collaterali (segreterie universitarie, mediateca, etc...), nonché quelli per l'amministrazione, la catalogazione, l'emeroteca e i cataloghi. La struttura è stata realizzata nel rispetto delle norme di legge per favorire l'accesso ai portatori di handicap.

I Servizi

Apertura al pubblico

La biblioteca è aperta al pubblico nei giorni feriali, escluso il sabato, dalle ore 8.00 alle ore 13.00 e dalle ore 15.00 alle ore 19.00. Nei mesi estivi, nell'arco temporale in cui sono sospese le lezioni nelle scuole medie superiori, la biblioteca resta aperta al pubblico solo nelle ore antimeridiane (8.00-14.00), fatta eccezione per il martedì, in cui la biblioteca è aperta anche dalle ore 15.45 alle ore 18.45.

Accesso

L'accesso in biblioteca è consentito a tutti i cittadini italiani e stranieri, senza limiti di età, con la sola formalità del riscontro dell'identità personale.


Lettura in sede

L'utente, dopo aver individuato nei cataloghi il documento ricercato, inoltra la richiesta al banco della distribuzione. Per la lettura l'utente può utilizzare un'ampia sala articolata su tre livelli; dispone, inoltre, di una sala a scaffali aperti per la consultazione diretta di opere a carattere enciclopedico, bibliografico, repertoriale e di prima documentazione.

I giornali, le riviste, i periodici, le raccolte dileggi e sentenze sono a disposizione del pubblico e consultabili nell'apposita sala dell'emeroteca.

Gli studenti della scuola dell'obbligo utilizzano una sala appositamente arredata con scaffalatura perimetrale di altezza adeguata alla particolare utenza. Al suo interno è ricavata un'area per l'età prescolare ed una per la consultazione dei sussidi audiovisivi. Globalmente per i suddetti servizi, la biblioteca mette a disposizione circa 250 posti a sedere.

I cataloghi

Tutti i documenti posseduti dalla biblioteca sono descritti in schedari cartacei a schede mobili di formato internazionale ripartiti in un catalogo per autori ed in uno per soggetti. Dal 1991, inoltre, è disponibile un archivio informatico che si arricchisce annualmente dei dati relativi alle nuove accessioni, ma che non trascura il recupero del retrospettivo già presente nei cataloghi tradizionali.


L'informazione bibliografica

Tale forma di assistenza agli utenti viene assicurata dalla presenza dì un bibliotecario che utilizza strumenti tradizionali cartacei (schedari, bibliografie, repertori, opere a carattere enciclopedico) e nuove tecnologie (catalogo informatico e reti telematiche).

Emeroteca

L'emeroteca è ricca di 180 periodici correnti e di 70 periodici cessati,della raccolta legislativa comunitaria europea,italiana e regionale pugliese. Possiede, inoltre, Gazzette e Bollettini Ufficiali.La consultazione avviene a scaffali aperti e, quando necessario, tramite operatore. La ricerca legislativa, inoltre, può essere effettuata anche tramite Internet e cd-rom.

Prestito librario

E' consentito il prestito librario gratuito dietro versamento di deposito cauzionale. Il prestito ha una durata di 20 giorni ed è rinnovabile in mancanza di prenotazioni da parte di altri utenti. Sono esclusi dal prestito le opere a carattere enciclopedico, i documenti rari e di pregio, i periodici dell'annata in corso, le miscellanee rilegate in volume, le pubblicazioni ricevute per diritto di stampa (esemplari d'obbligo), le pubblicazioni di particolare interesse storico-locale.

E', inoltre, possibile il prestito con tutte le biblioteche pubbliche italiane ammesse al prestito interbibliotecario ed è attivo il servizio di prestito interbibliotecario internazionale. Tale prestito è subordinato alle decisioni della biblioteca cedente e si svolge nell'ambito degli accordi internazionali dell'interscambio e della normativa nazionale in materia. L'invio del materiale prestato è assicurato dal servizio postale e da un bibliobus per il prestito nel territorio provinciale.
La consegna e la restituzione dei volumi in prestito viene effettuata durante l'orario di apertura del servizio.


Servizio riproduzioni

E' possibile ottenere, a proprie spese e per uso personale di studio, la riproduzione delle opere possedute dalla Biblioteca, nel rispetto della normativa vigente sul diritto d'autore (L. 248/2000), ovvero non oltre il quindici per cento di volumi o fascicoli di periodici. Tale servizio è fruibile nell'arco delle ore riservate all'apertura al pubblico.
La Biblioteca, tuttavia, esclude generalmente dalla riproduzione in fotocopia i documenti restaurati, rari o di particolare pregio.


Archivio storico

L'archivio storico dell'Amministrazione Provinciale di Brindisi (dal 1927, data della sua istituzione, sino al 1954) è conservato presso la biblioteca ed è fruibile dall'utenza con le sole limitazioni di legge in materia. Per l'individuazione dei documenti è stato realizzato apposito inventario cartaceo, che sta per essere riversato in supporto informatico, Trattandosi però, in genere, di documenti in unica copia, la consultazione avviene in sale riservate e sotto controllo del personale.

Sistema Bibliotecario Provinciale

La Provincia di Brindisi ha istituito un "Sistema Bibliotecario Provinciale" al fine di favorire la cooperazione tra le biblioteche pubbliche e private esistenti sul territorio provinciale, di coordinare le attività nel rispetto dell'autonomia di ciascuna di esse, di ridurre le spese di gestione mediante la catalogazione partecipata.
Le biblioteche del territorio hanno un patrimonio complessivo di circa
400.000 volumi che, col sistema, si intende ricatalogare applicando gli standards nazionali ed internazionali vigenti.
La catalogazione partecipata prevede che la singola pubblicazione venga catalogata una sola volta e la relativa descrizione utilizzata, attraverso una semplice cattura, da tutte le altre biblioteche che possiedono tale pubblicazione. Sono possibili anche interventi di correzione e di adeguamento agli standards nazionali ed internazionali, al fine di realizzare un catalogo informatico provinciale sempre più rispondente alle normative vigenti in materia catalografica.
Attualmente, grazie all'attivazione di una rete telematica provinciale, le singole biblioteche hanno la facoltà di
operare on-line con notevoli vantaggi di riscontro in tempo reale.
Sono tuttora inserite nel sistema
14 biblioteche del territorio provinciale.
E' possibile consultare il Catalogo provinciale delle bibliotece all'indirizzo :
http://opac.provincia.brindisi.it.

Servizio Bibliotecario Nazionale

La biblioteca Provinciale di Brindisi ha aderito sin dal 1991 al "Servizio Bibliotecario Nazionale", diventando uno dei primi "poli" nell'Italia meridionale. Attualmente è l'unico in Puglia e svolge una funzione aggregante di altre biblioteche della regione. Questo servizio, attuato in rete telematica, oltre a consentire le attività di catalogazione partecipata a livello nazionale, fornisce alle biblioteche ed agli utenti informazioni in tempo reale sui documenti, sulle biblioteche che li possiedono e sulle possibilità di prestito.

Segreterie universitarie decentrate

Previa convenzione con le Università di Lecce e di Bari, la biblioteca è in grado di fornire agli studenti dei due Atenei stampati, modulistica, ma anche informazioni e certificati, utilizzando appositi terminali collegati ai centri elaborazione dati di Bari e di Lecce.

Il servizio, anche se esula dalle tipiche attività di biblioteca, fa registrare un'utenza molto alta ed incoraggia l'iniziativa di puntare sulla biblioteca quale centro di documentazione territoriale e di servizi polivalenti.

Mediateca

La biblioteca, al fine di offrire anche un'informatizzazione su tutti i supporti esistenti, si è attrezzata da qualche tempo di una sala computer con scanner, stampanti, personal computer e una centralina gateway, definita di controllo. La "mediateca" offre la possibilità non solo di effettuare semplici ricerche su Internet, ma anche di usufruire del DVD, di vedere filmati, di scrivere tesine, di ascoltare e scaricare file audio.

 

Auditorium

Progettato per le manifestazioni culturali e musicali organizzate e patrocinate dalla Provincia di Brindisi, è diventato la struttura più ambita per congressi e manifestazioni varie, anche perché dispone di tecnologie avanzate per la diffusione e la registrazione di suoni ed immagini.

 

Biblioteche

Gentile utente, anche quest'anno ti chiediamo di aiutarci a migliorare rispondendo al questionario di gradimento dei servizi offerti.

Puoi rispondere accedendo al sondaggio tramite il Portale BiblioBrindisi o cliccando direttamente sul link seguente

http://www.survio.com/survey/w/D5B5W2C1Y5M9V6N9T

Si evidenzia che le rilevazioni sono completamente anonime.

 

Opac - Catalogo del Polo bibliotecario di Brindisi
POLO Bibliotecario:
Catalogo provinciale

 

SebinaYou
SebinaYou
Sistema Bibliotecario Provinciale
Brindisi

 

 

Istituto Centrale per il Catalogo Unico per le Bibliotece Italiane

OPAC dell'Indice S.B.N.
Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle Biblioteche Italiane
e per le informazioni bibliografiche


Emeroteca Sistema Bibliotecario Brindisi

 

 

 

 

Emeroteca Digitale
Brindisi

Biblioteche della provincia di Brindisi

Biblioteche del Polo S.B.N. di Brindisi Brindisi

Biblioteche - provincia di Brindisi

 

 


Biblioteche della provincia di Brindisi

 

 

· Biblioteca Provinciale di Brindisi

· Biblioteca Arcivescovile"Annibale De Leo Brindisi

· Biblioteca Comunale "G. De Nitto" Latiano

· Biblioteca Comunale "Egnazio Ciaia" Fasano

· Biblioteca Comunale "G. Calò" Francavilla Fontana
via Dante, 25 -72021 Francavilla Fontana
Tel. 0831.844098

· Biblioteca Comunale "F. Trinchera" Ostuni

· Biblioteca Comunale Cisternino
Via Dante, 48 - 72014 Cisternino - Tel. 080.4446751

· Biblioteca Comunale, Pinacoteca "Emilio Notte" Ceglie
Via P. Chirulli, 2 -72013 Ceglie Messapica
Tel. 0831.376123

· Biblioteca Comunale "Giovanni XXIII" San Vito dei Normanni

· Biblioteca Pubblica "San Benedetto" San Vito dei Normanni
Via Alcide Prete, 1 - 72019 San Vito dei Normanni
Tel. 0831.952333

· Biblioteca Comunale "Salvatore Morelli" Carovigno
Via S. Anna - 72012 Carovigno
Tel. 0831.997245 - Fax 0831.995930

· Biblioteca Comunale "Ugo Granafei" Mesagne
Piazza IV Novembre - 72023 Mesagne
Tel. 0831.773542 - Fax 0831.777833

· Biblioteca Comunale Villa Castelli
Via Della Pace, 1 -72029 Villa Castelli
Tel. 0831.866487

· Biblioteca Comunale "De Pace Lombardi" Oria
ViaEpitaffio, 1 -72024 Oria
Tel. 0831846539 - Fax 0831.847958

 

 


Biblioteche del Polo S.B.N. di Brindisi

 

Biblioteca provinciale - viale Commenda, 1 - 72100 BRINDISI - tel. 0831/525250 - fax 0831/221618 - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Biblioteca pubblica arcivescovile Annibale De Leo - piazza Duomo, 12 - 72100 BRINDISI - tel./fax 0831/529186 - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Responsabile: Katiuscia Di Rocco

Biblioteca civica Pietro Acclavio - lungomare - Palazzo del Governo - 74100 TARANTO - tel. 099/4526841
Responsabile: Bruna Petruzzi

Biblioteca comunale Giannino Aprile - via Salvo D'Acquisto, 15 - 73021 CALIMERA (LE) - tel. 0832/876035 - fax 0832/872304 - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Responsabile: Vito Marra

Biblioteca centrale della Facoltà di economia e commercio - Università degli studi di Bari - via Camillo Rosalba, 53 - 70124 BARI - tel. 080/5049111 - fax 080/5049017

Biblioteca Comunale di Carmiano - piazza Assunta - 73041 CARMIANO (LE) - tel. 0832/600200 - fax 0832/602178 - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Responsabile: Antonella Pati - Salvatore Spagnolo

Biblioteca comunale Sigismondo Castromediano - via Amendola - 73020 CAVALLINO (LE) - tel. 0832/612002 - fax 0832/617203 - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Biblioteca comunale di Corigliano d’Otranto - piazza Castello - 73022 CORIGLIANO D'OTRANTO (LE) - tel./fax 0836/471008 - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Responsabile: Nicoletta De Giorgi - Josè De Giovanni

Biblioteca comunale Antonio Verri - piazza Pio XII - 73020 CURSI (LE) - tel. 0836/331079-332014 - fax 0836/434014 - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Responsabile: Addolorata Lanzillotto - Ercole Amato

Biblioteca comunale A. De Ferrariis - via Milano, 57 - 73044 GALATONE (LE) - tel./fax 0833/861956 - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Responsabile: Maria Vaglio - Francesco Potenza

Biblioteca comunale di Leverano - via Sedile, 18 - 73045 LEVERANO (LE) - tel. 0832/911107-923437 - fax 0832/923419 - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Responsabile: Cosimo Fiore - Giuseppe Notarnicola

Biblioteca comunale di Melendugno - via Salvatore Potì - 73026 MELENDUGNO (LE) - tel. 0832/832218 - fax 0832/832545

Biblioteca comunale di Monteroni - via A. Pino - 73047 MONTERONI (LE) - tel. 0832/420035 - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Responsabile: Salvatore Tornese - Domenico Tangolo

Biblioteca comunale Achille Vergari - piazzetta Biblioteca, 7 - 73048 NARDO' (LE) - tel. 0833/564318 - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Responsabile: Santina Dell’anna - Luigi Napoli

Biblioteca comunale O. Parlangeli - via Lecce - 73048 NOVOLI (LE) - tel. 0832/711371 - fax 0832/712005 - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Responsabile: Maria Antonietta Vetrugno

Biblioteca comunale di Squinzano - via Montegrappa, 37 - 73018 SQUINZANO (LE) - tel. 0832/785032-781818 - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Responsabile: Antonella Lorella Ingrosso - Giuseppe De Giorgi

Biblioteca comunale di Sternatia - via B. Ancora, 42 - 73010 STERNATIA (LE) - tel. 0836/666001-662800 - fax 0836/662028 - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Responsabile: Cosima Villani - Giorgio Pellegrino

Biblioteca comunale di Trepuzzi - corso Garibaldi, 24 - 73019 TREPUZZI (LE) - tel. 0832/969597 - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Responsabile: Paola Ciardo

Biblioteca provinciale Nicola Bernardini - Viale Gallipoli 28 - 73100 LECCE - tel. 0832/241835 - fax 0832/303489
Responsabile: Alessandro Laporta - Luigi Tundo

Biblioteca comunale di Veglie - parco Rimembranze - 73010 VEGLIE (LE) - tel. 0832/969597-969105 - fax 0832/966236 - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Responsabile: Donatella Centonze - Michele Pendinelli

Biblioteca comunale di Zollino - via Vittorio Emanuele II - 73010 ZOLLINO (LE) - tel. 0836/600859 - e-mail:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Responsabile: Anna Rita Marciano

Biblioteca dell’Agenzia di assistenza tecnica agli enti locali - via Umberto I, 13 - 73100 LECCE - tel. 0832/683427-683307 - fax 0832/683495 - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Responsabile: Giancarlo Ciricugno - Andrea Felline

Biblioteca Innocenziana dell’arcidiocesi di Lecce - piazza Duomo, 5 - 73100 LECCE - tel. 0832/333522-244764 - fax 0832/244761 - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Biblioteca Roberto Caracciolo dei Frati Minori - via Imperatore Adriano, 79 - 73100 LECCE - tel. 0832/455008-314473 - fax 0832/455010

Biblioteca comunale Francesco Trinchera senior - via Francesco Rodio - 72017 OSTUNI (BR)

Biblioteca comunale Giovanni XXIII - via Mazzini - 72010 SAN VITO DEI NORMANNI
Responsabile: Maria Natalizia D'Agnano

Biblioteca comunale Gilberto De Nitto - via Papa Giovanni XXIII, 7 - 70022 LATIANO (BR)

Biblioteca comunale di Carovigno - via S. Anna c/o Castello - 72012 CAROVIGNO (BR) - tel. 0831/997245 - fax 0831/995930 - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Responsabile: Francesco Lanzilotti

Biblioteca comunale Ugo Granafei - piazza IV novembre - 72023 MESAGNE (BR) - 0831/773542 - fax 0831/777833 - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Biblioteca pubblica San Benedetto - via Alcide Prete, 1 - 72019 SAN VITO DEI NORMANNI (BR) - tel. 0831/951033-0831/952333 - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Biblioteca comunale Ignazio Ciaia - largo Seggio, 1 - 72015 FASANO (BR) - tel. 080/4394140 - fax 080/4394141 - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Responsabile: Sante Trisciuzzi

Biblioteca dell'Istituto Tecnico Industriale Statale Enrico Fermi - via Capitano Di Castri, 144 - 72021 FRANCAVILLA FONTANA (BR) - tel./fax 0831/852132 - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Responsabile: Silvana Di Cosmo - Fernando Iunco

Biblioteca comunale di Oria - via Epitaffio, 1 - 72024 ORIA (BR) - tel. 0831/846539 - fax 0831/847958 - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Responsabile: Maria Solazzo - Antonio Carone

Biblioteca diocesana Raffaele Ferrigno - largo Trinchera - 72017 OSTUNI (BR) - tel. 0831/311578 - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Responsabile: Katiuscia Di Rocca

Biblioteca del Liceo scientifico D. De Ruggeri - via Carducci, 100 - 74026 MASSAFRA (TA) - te. 099/8801600 - fax 099/8856028 - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Responsabile: Carla Gallo - Michele Dilonardo

Biblioteca del Seminario giuridico - Facoltà di giurisprudenza - Università degli studi di Bari - piazza Cesare Battisti, 1 - 70121 BARI - tel. 080/5717119

Biblioteca comunale Vito Sansonetti - piazza XX settembre - 74017 MOTTOLA (TA) - tel. 099/8866928 - 099/8866924
Responsabile: Consiglia Mosca

Biblioteca comunale di Massafra - via Lopizzo - 74016 MASSAFRA (TA) - tel. 099/8858242 - 099/8858309
Responsabile: Cesare Luce - Carla Martucci

Biblioteca dell'Istituto per la storia e l'archeologia della Magna Grecia - via dei Comizi, 2 - 74100 TARANTO - tel. 099/4533885
Responsabile: Cristina Carobbi

Biblioteca della Fondazione Paolo Grassi - vico Monacelle, 1 - 74015 MARTINA FRANCA (TA)

 

 

Ritrovamenti di Punta Serrone

Museo Archeologico Provinciale "F.Ribezzo"
Ritrovamenti di Punta Serrone
Ministero per i Beni e le Attività Culturali
Sopraintendenza Archeologica della Puglia
Provincia di Brindisi
Assessorato al Muse

Dal Mare al Museo

Mappa di Punta del Serrone

 La Scoperta

E' la più grande scoperta archeologica dell'estate che muore, in Italia e, per quanto ne sappiamo, anche fuori d'Italia. Rivela antiche opere d'arte ammirevoli, se pur frammentarie, che riemergono dal fondo del mare... sono gli ormai celebri "Bronzi di Brindisi": così scriveva Sabatino Moscati il 10 ottobre del 1992 sulla rivista "Archeo".

  La scoperta, come è noto, si deve ad una occasionale immersione del Ten. Col. dei carabinieri Luigi Robusto e di quattro subacquei, A. e G. Scorrano, T. Sciurti, G. Tamburrano che, il 19 luglio del 1992, nello specchio d'acqua antistante il Lido del Carabiniere in località Punta del Serrone, due miglia a nord dell'imboccatura del porto di Brindisi, si imbatterono in un piede bronzeo a circa 400 metri dalla riva e a 16 metri di profondità.

Già nel 1972 un altro piede di bronzo era stato recuperato in quello stesso specchio di mare e consegnato al Museo Provinciale "F Ribezzo" di Brindisi che dal 1971 rappresenta un solido punto di riferimento per l'archeologia subacquea del territorio.

Nel 1980 l'area di rinvenimento del piede bronzeo, appartenente ad una statua panneggiata di dimensioni maggiori del vero, fu oggetto di una sistematica campagna di prospezioni archeologiche. Ma l'inclemenza del mare e la mancanza da parte degli scopritori, di coordinate precise rispetto alla terraferma, resero infruttuose le operazioni.

Nel 1992 la tempestività della segnalazione e l'affidabilità dei punti topografici subacquei, consentivano di verificare con specifica competenza la rilevanza della scoperta che, già dalle prime immersioni ufficiali dei tecnici dello STAS (Servizio Tecnico per l'Archeologia Subacquea) del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, si manifestava in tutta la sua portata storico-artistica e autorizzava la tempestiva programmazione da parte della Soprintendenza Archeologica della Puglia, di una immediata campagna di scavo, mentre l'intera area veniva posta sotto sorveglianza. Prontamente veniva richiesta la consulenza dell'Istituto Centrale per il Restauro relativamente ai primi interventi di conservazione, da effettuarsi presso il laboratorio di pronto intervento realizzato presso il Museo Provinciale di Brindisi.
 
Lo scavo

  Scavo subaqueo

   Lo scavo, diretto dalla Soprintendenza Archeologica della Puglia, di intesa con lo STAS del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, fu affidato per la parte tecnica alla cooperativa Aquarius, coadiuvata dal GRAS (Gruppo Ricerche Archeologiche Subacquee> di Brindisi, con la costante collaborazione dell'Arma dei Carabinieri e della Provincia di Brindisi, che aveva messo a disposizione delle ricerche un mezzo nautico.

Le prospezioni subacquee effettuate dal 6 agosto al 2 settembre 1992 permisero di recuperare, in un'area di circa 300 mq., duecento frammenti bronzei di varia tipologia e dimensione che, con formale autorizzazione del Ministero, furono depositati presso il Museo Archeologico Provinciale "E. Ribezzo" di Brindisi. Contemporaneamente allo scavo presso il Museo Provinciale si allestì, ad opera dell'Istituto Centrale per il Restauro, un laboratorio di pronto intervento per il trattamento di desalinizzazione e di disidratazione dei materiali bronzei recuperati dal mare. Terminata la fase di pronto intervento e valutata la trasportabilità dei reperti bronzei, l'Istituto Centrale per il Restauro effettuò, già dal mese di novembre 1992, un programma di indagini archeometriche e di interventi conservativi sia presso i propri laboratori a Roma, sia nel laboratorio di restauro appositamente attrezzato dalla Provincia di Brindisi all'interno del Museo.

 

Diverso percorso avevano intanto seguito le due statue bronzee recuperate, il torso virile e la figura di un togato che, già al momento del recupero dal mare avvenuto il 2 settembre 1992, furono trasferite presso il Centro di Restauro della Soprintendenza Archeologica della Toscana, nel quale erano stati restaurati, alcuni anni prima, i bronzi di Riace.

I materiali recuperati a Punta del Serrone, nella fattispecie sculture o porzioni di sculture in bronzo: parti anatomiche - teste, braccia, mani, piedi -, ma anche numerosi frammenti di panneggio, oltre alle due statue, dovevano sicuramente costituire il ricco carico di una imbarcazione.

 

Scorrendo il catalogo dei materiali recuperati ritroviamo:

due statue, di cui una raffigurante Lucio Emilio Paolo, il console romano che nel 168 a.C. trionfò nella guerra di Macedonia, e l'altra un civis romanus nelle vesti di togato; a queste si aggiungono due teste di personaggi con barba fluente, che riprendono il tipo figurativo del filosofo, databili fra il IV e il III sec. a.C.; due teste-ritratto di personaggi maschili di età imperiale romana, l'uno appartenente alla famiglia Giulio-Claudia dei primi decenni del I sec. d.C., e l'altra che presenta forti somiglianze con l'imperatore Caracalla; due immagini femminili di III-IV sec. d.C., oltre ad un'ala pertinente ad una statua di Vittoria, a numerosi frammenti di arti inferiori e superiori e a frammenti di panneggi.
Recupero Siamo quindi in presenza di un carico eterogeneo dal punto di vista cronologico, un carico di sculture smembrate già al momento dell'imbarco, come confermano le tracce di demolizione meglio evidenziate dalle operazioni di restauro. Ma anche un carico che doveva comprendere qualche statua pressoché intera, frammentatasi presumibilmente durante il viaggio.

 

E questo il caso della scultura raffigurante il console romano Lucio Emilio Paolo, ricomposta durante le operazioni di restauro da due pezzi: il torso e la testa, recuperati in due punti diversi dello scavo. Probabilmente, colta l'imbarcazione da una tempesta, la statua che faceva parte del carico, era caduta frammentandosi in più pezzi che erano rotolati in mare, in momenti diversi, arenandosi sui fondali. Un carico di pregio artistico intrinseco, anche se appare sempre più convincente l'ipotesi che doveva essere destinato a qualche fonderia per essere utilizzato per la fusione. Carico comunque rivelatosi troppo pesante per una imbarcazione che, nel suo viaggio a Nord di Brindisi, veniva sorpresa da un improvviso fortunale e, all'altezza del promontorio di Punta Penne, presumibilmente nel tentativo di trovare un riparo, sospinta dai forti marosi, perdeva in località Punta del Serrone parte del carico o verosimilmente, al contrario, se ne liberava in parte, per alleggerire il peso. In ogni caso, si ignora se l'imbarcazione abbia potuto proseguire indenne la sua navigazione.

 

Di certo, se naufragio c'è stato, questo non è avvenuto a Punta del Serrone. Nessun elemento recuperato nella campagna di scavo del 1992 è riconducibile all'imbarcazione che trasportava i bronzi. Lo stesso scandaglio, la piccola ancora in pietra, i frammenti di lamina in piombo, probabile rivestimento della chiglia, recuperati all'interno dell'area interessata dalle ricerche, non possono essere ricondotti con certezza all'imbarcazione che trasportava i bronzi.

 

Né le ricerche a largo raggio effettuate nel novembre 1992 dallo STAS, in collaborazione con l'Istituto Idrografico della Marina Militare, facevano registrare presenze riconducibili allo scafo o a porzioni di scafo.

 

Pertanto a tutt'oggi resiste l'ipotesi di un carico isolato, non riconducibile ad un relitto naufragato, anche se è da tener presente che i relitti adagiati sui fondali di media profondità, quale appunto quelli in cui si è operato a Punta del Serrone, sono soggetti alle azioni devastanti non solo del moto ondoso, ma anche della teredine che attacca in profondità il legno.

 

Allo stato attuale resta anche difficile stabilire con certezza l'epoca in cui sarebbe avvenuto il trasporto o il naufragio, ammesso che di questo si possa parlare; sicuramente non prima del III secolo d.C., epoca a cui si riferiscono i più recenti frammenti bronzei rinvenuti. Per quanto riguarda la provenienza del carico e quindi dell'imbarcazione, l'unica certezza è data dal fatto che sicuramente l'imbarcazione non proveniva da Brindisi. E' difficile credere, visto che il carico è stato rinvenuto subito fuori il porto di Brindisi, che una imbarcazione abbia potuto iniziare il suo viaggio in condizioni climatiche non favorevoli. E' più facile ipotizzare che l'imbarcazione, proveniente dalle più remote province dell'Impero, navigasse per risalire l'Adriatico e che, sorpresa da una tempesta, abbia trovato rifugio nel porto di Brindisi, non senza aver perso, durante il percorso, gran parte del suo carico.

 

Torso maschileIl restauro

  A scavo ultimato il torso maschile e la figura di togato furono trasferiti presso il laboratorio di restauro della Soprintendenza Archeologica della Toscana, mentre il resto dei frammenti bronzei, fra cui la testa maschile barbata, convenzionalmente detta del "Principe ellenistico", furono affidati all'Istituto Centrale per il Restauro di Roma.

Durante le operazioni di restauro si è evidenziata la corrispondenza delle linee di frattura fra la testa del "Principe" e il torso. Pertanto, dopo gli interventi di pulitura per via meccanica, lo svuotamento della scultura dalla terra di fusione e il consolidamento, si è provveduto a rimontare il torso con la testa del cosiddetto "Principe ellenistico" che, nel frattempo, era stato riconosciuto come ritratto del console Lucio Emilio Paolo.

 

 Recupero della statua di un personaggio togato

 Anche per la statua del personaggio togato i primi interventi si sono concentrati, come per tutti i reperti di provenienza marina, su una integrale desalinizzazione, collocando la statua in acqua demineralizzata. Si è proceduto quindi alla pulitura, alle integrazioni di alcune parti mancanti e al conseguente consolidamento per impedire, soprattutto, la corrosione ciclica del bronzo.

Le due statue

  Oggi, a restauro ultimato, la statua ritratto raffigurante Lucio Emilio Paolo, il console romano vincitore nel 168 a.C. della battaglia di Pidna in Macedonia, e la statua raffigurante il civis romanus nelle vesti di togato, vengono presentate insieme nel Museo Archeologico Provinciale "Francesco Ribezzo".

 Testa raffigurante Lucio Emilio Paolo

 Particolarmente opportuna ci è sembrata l'iniziativa di esporre nelle sale del Museo le due statue restaurate, in attesa che le ultime radiografie, da effettuare su tutti gli altri bronzi, restituiscano alla comunità brindisina l'intero carico di Punta del Serrone, che troverà la propria naturale e definitiva sistemazione nel Museo, là dove fu sottoposto ai primi interventi di conservazione e dove oggi sono tuttora in corso lavori di ristrutturazione di quegli spazi opportunamente progettati con impianti climatizzati.

 

 

 

  Le due statue restaurate

Referenze fotografiche:
Istituto centrale per il Restauro, Roma;
Laboratorio di restauro della Sopraintendenza Archeologica della Toscana;
G. Pennetta;
Fernando Zongoli.