Risposte a quesito: Bando per l’affidamento dell’appalto relativo alla Progettazione esecutiva ed esecuzione dei lavori di ampliamento della S.P. 74 Mesagne – San Pancrazio S.no. CIG 6423911B0C.

Procedura aperta per l’affidamento dell’appalto relativo alla Progettazione esecutiva ed esecuzione dei lavori di ampliamento della S.P. 74 Mesagne – San Pancrazio S.no
CUP: I14E12000170001 - CIG: 6423911B0C.

RISPOSTE A QUESITO 12

 

Con riferimento al quesito pervenuto per la partecipazione all’appalto in oggetto, si comunica quanto segue:

Quesito registrato al prot. n. 56538 del 18.11.2015.

QUESITO n. 12:

Si richiede:

QUESITO 1

Nei documenti posti  base di gara, si fa più volte riferimento a prescrizioni di enti in merito alle interferenze, si prega di mettere a disposizione tutta la documentazione relativa ad eventuali prescrizioni e/o raccomandazioni    indicate    dagli    Enti    contattati    in    fase    di    progettazione    preliminare.    Si    fa esplicito   riferimento,  ma  non  esclusivo,  alle  prescrizioni  e/o  raccomandazioni  specificate  dall'Ente Acquedotto Pugliese a riguardo dell'interferenza con le  condotte di sua competenza.

 

QUESITO 2

il bando di gara a pag. 6 e 7 relativamente ai requisiti per la progettazione punto2) recita:

“2) in caso di concorrenti in possesso di attestazione per  prestazioni di sola costruzione,  raggruppamento temporaneo con i soggetti di cui all'art. 90, comma l, lettere d), e), t), f-bis), g) o h), del D.Lgs. 163/06 e s.m., associati come mandanti, e costituiti in rapporto all'ammontare delle spese di progettazione, in possesso delle condizioni, dei requisiti e limiti previsti dal citato art. 90 del codice, nonché dall'art. 253 al

256 de lD.P.R. 207/10, nonché dei seguenti requisiti specifici ex art. 263, c. l -lett. a), b), c) e d) del D.P.R.

207/10, fatto salvo quanto previsto dal precedente art. 261, c. 7, del predetto regolamento, per i raggruppamenti temporanei ex art. 90, c. l, lett. g) del codice………”

 

Si richiede:

È possibile (per operatore economico in possesso di attestazione SOA per la sola costruzione)  avvalersi di progettisti  qualificati  semplicemente  indicandoli  nell’offerta  e  non  come  invece  pervisto  dal  bando: “raggruppamento temporaneo con i soggetti di cui all'ati. 90, comma l, lettere d), e), t), f-bis), g) o h), del D.Lgs. 163/06 e s.m., associati come mandanti?”

 

QUESITO 3

A pagina 6 del bando di gara si legge:

“Ai sensi del combinato disposto di cui agli attt. 37, c. 11, del D.Lgs. 163/06, dell'art. 12, commi da l a 9, della legge 80/ 14, e dell ' att. 92. c. 7, del D.P.R. 207/ 10, per la cat. scorporabile OS 12-A (s.i.o.s.), a qualificazione  obbligatoria, in assenza di  qualificazione in proprio, o mediante r.t.c., vige l' obbligo di subappalto  (cd.  subappalto  "necessario"),  nella  misura  max  del  30%,  fermo  restando  l'obbligo  di esecuzione, da parte dell'affidatario stesso, della parte predominate della stessa categoria (70%), per la

quale dovrà essere qualificato.”

Si richiede:

Il concorrente in possesso  della sola categoria prevalente OG3 V, può soltanto indicare di subappaltare nel limite del 30% la categoria OS12-A senza l’indicazione dell’impresa qualificata, come da recente pronunciamento del C.d.S. in Adunanza Plenaria sentenza n. 9 del 02/11/2015, con la quale si chiarisce che l’indicazione del nome del subappaltatore non sia obbligatoria all’atto dell’offerta, neanche nei casi in cui, ai fini dell’esecuzione delle lavorazioni relative a categorie scorporabili a qualificazione necessaria, risulta indispensabile il subappalto a un’impresa provvista delle relative qualificazioni (subappalto necessario) .

 

Risposta a quesito n. 12:

R.1

Tutte le notizie ed informazioni acquisite dagli enti gestori di sottoservizi interferenti sono state rese note nell’apposito elaborato progettuale “relazione sulle interferenze” e non si dispone di altro.

R. 2

Come previsto dal bando di gara, in caso di concorrente qualificato per prestazioni di sola costruzione, può soddisfare il requisito per la progettazione nei seguenti due modi, ai sensi del comma 3, dell’art. 53, del D.Lgs. 163/06:

-      in raggruppamento temporaneo con i soggetti di cui all’art. 90, comma 1, lettere d), e), f), f-bis), g) o h), del D.Lgs. 163/06 e s.m., associati come mandanti, in possesso delle condizioni, requisiti e limiti indicati al punto 2) del bando (pag. 6);

-      con ricorso all’avvalimento, come peraltro già chiarito in risposta al precedente quesito n. 5 (riposta n. 1).

R. 3

Come previsto dal bando di gara, ai sensi del combinato disposto di cui agli artt. 37, c. 11, del D.Lgs. 163/06, dell’art. 12, commi da 1 a 9, della legge 80/14, e dell’art. 92. c. 7, del D.P.R. 207/10, per la cat. scorporabile OS 12-A (s.i.o.s.), a qualificazione obbligatoria, in assenza di qualificazione in proprio, o mediante r.t.c., vige l’obbligo di subappalto (cd. subappalto “necessario”), nella misura max del 30%, fermo restando l’obbligo di esecuzione, da parte dell’affidatario stesso, della parte predominate della stessa categoria (70%), per la quale dovrà essere qualificato.

La suddetta disposizione non prevede l’obbligo dell’indicazione del nominativo del subappaltatore già in sede di presentazione dell’offerta, come, peraltro, già previsto nello schema di dichiarazione sostitutiva sul possesso dei requisiti d’ordine generale e speciale, allegato al disciplinare di gara.

IL DIRIGENTE
(ing. dott. Vito Ingletti)

Scorcio porto di Brindisi

 

| Privacy | Note legali | Cookie Policy | Accessibilità | PEC |

Provincia di Brindisi - Via De Leo, 3 - 72100 Brindisi
C.F. 80001390741 - P.I. 00184540748
 Copyright © 2019 Provincia di Brindisi. Tutti i diritti riservati.