Provincia di Brindisi Logo

CookiesAccept

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

ll salone dell’Amministrazione provinciale sarà denominato “Salone Brindisi Capitale d’Italia”

Il salone dell’Amministrazione provinciale sarà denominato “Salone Brindisi Capitale d’Italia”: Lo ha deliberato la Giunta su proposta del Presidente della Provincia Massimo Ferrarese.

“In questo modo - spiega Ferrarese - intendiamo cristallizzare il ruolo che questa terra e la sua gente hanno avuto in un momento in cui l’Unità d’Italia erano a rischio”.

La scelta del salone della Provincia non è casuale. Era, infatti, quello il luogo in cui dal settembre 1943 al febbraio 1944 si riunivano i ministri del primo governo Badoglio. Un governo che non faticò ad avere riconoscimenti internazionali. Da Mosca giunse Michail Kostilev, come rappresentante diretto di Stalin e subito dopo anche Gran Bretagna e Stati Uniti mandarono a Brindisi i loro rappresentanti. Proprio a Brindisi, all’interno del Salone della Provincia, il 13 ottobre 1943 venne stipulato il primo atto politico del governo Badoglio: la dichiarazione di guerra alla Germania. Presenti alla firma del documento lo stesso presidente del Consiglio e il re d’Italia, Vittorio Emauele III. La cerimonia di inaugurazione della targa commemorativa che riporterà la scritta “Salone Brindisi Capitale d’Italia, 10 settembre 1943-11 febbraio 1944”, avverrà in coincidenza con il prossimo convegno dell’Anci (Associazione dei Comuni italiani), in programma a Brindisi dal 5 all’8 ottobre prossimi. Alla cerimonia saranno invitati a partecipare i sindaci delle altre città italiane capitali dell’Italia unita: Torino, Firenze, Roma e Salerno. “E’ giusto - ha concluso Ferrarese - che a Brindisi e alla sua provincia venga riconosciuto e attribuito il ruolo che gli spetta nella storia e che il palazzo della Provincia diventi l’emblema di come il governo italiano, nel disperato tentativo di mantenere il Paese unito, proprio tra queste mura trovò l’accoglienza e gli stimoli per portare a termine il suo compito gravoso”.

 

Segnalazioni di illecito WHISTLEBLOWING Provincia di Brindisi
Responsabile della protezione dei Dati Personali
Amministrazione trasparente: logo Repubblica Italiana su bandiera nazionale.
Bussola della trasparenza logo
              

 

Scorcio porto di Brindisi

 

| Privacy | Note legali | Cookie Policy | Accessibilità | PEC |

Provincia di Brindisi - Via De Leo, 3 - 72100 Brindisi
C.F. 80001390741 - P.I. 00184540748
 Copyright © 2019 Provincia di Brindisi. Tutti i diritti riservati.