Provincia di Brindisi Logo

CookiesAccept

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Siglate due convenzioni relative al Piano di monitoraggio per la definizione della qualità dell’ambiente marino costiero antistante il Polo Industriale di Brindisi.

Sono state siglate, questa mattina, le due Convenzioni sottoscritte presso la Provincia di Brindisi tra le Società Enel, le Società del Petrolchimico di Brindisi, Sanofy Aventis, Edipower e questa Amministrazione, relativamente al Piano di monitoraggio per la definizione della qualità dell’ambiente marino costiero antistante il Polo Industriale di Brindisi, già in essere in fase sperimentale dall’1 giugno 2007 fino al 31 dicembre 2012, come da delibera di Giunta n.206 del 24/08/06, ed elaborato nonché eseguito dall’Università del Salento, Dipartimento di Ingegneria dell’Innovazione.

Quest’ultima, infatti, il 2 giugno del 2007, sottoscrisse relativo contratto con la Provincia di Brindisi, della durata di 5 anni, per la realizzazione di suddetto monitoraggio.

Successivamente alla conclusione della fase sperimentale l’Amministrazione Provinciale ha richiesto, coerentemente con l’orientamento assunto dal Ministero dell’Ambiente nei confronti dei provvedimenti di AIA rilasciati, o in fase di rilascio, alle suddette Società per il monitoraggio marino contenute nelle singole autorizzazioni per gli scarichi in mare delle acque reflue industriali, una nuova proposta per la prosecuzione delle attività per altri 5 anni.

Lo stesso Dipartimento di Ingegneria dell’Innovazione, di concerto con il Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche, ha pertanto elaborato un secondo piano d’interventi, corredato di capitolato tecnico-economico per un ulteriore quinquennio, aggiornato sia nelle attività che nelle previsioni di spesa. Proposta che ha trovato l’accoglimento e l’approvazione delle parti sottoscriventi le due Convenzioni: una con la Società Enel S.p.a. e l’altra con le Società Versalis, Syndial, Basell, EniPower, Chemgas del Petrolchimico di Brindisi, Sanofi-Aventis, Edipower Centrale Termoelettrica di Brindisi Nord, SFIR Raffineria di Brindisi. Queste si impegnano, dunque, a

sostenere le spese per la prosecuzione di detto monitoraggio, come da capitolato tecnico-economico e per la copertura delle spese istruttorie.

Le Convezioni sono sottoscritte dal Commissario Straordinario, dott. Cesare Castelli e dal Segretario Generale dell’Ente, dott. Guido De Magistris.

I rapporti tra la Provincia di Brindisi e l’Università del Salento saranno disciplinati da apposito contratto, il cui schema sarà approvato con apposito provvedimento e successivamente sottoscritto dal Dirigente del Servizio Ambiente ed Ecologia; tale provvedimento sarà notificato alla suddette Società e alla Confindustria di Brindisi.

“Uno dei compiti delle Provincie è quello di monitorare la situazione ambientale del territorio dove si opera e anche questa Amministrazione non viene meno ai suoi dettami. La prima fase del monitoraggio marino costiero è stata intrapresa anni fa prima del mio arrivo – ha dichiarato Cesare Castelli -  ma uno degli aspetti principali di questa provincia, circa il quale sono stato immediatamente messo al corrente, è proprio quello dell’alto rischio di inquinamento atmosferico e marino in presenza di un importante sito industriale. Ecco perché quest’Ente ha fatto sì, sollecitando in maniera forte sia la Regione che il Ministero dell’Ambiente, che dalla fase sperimentale dei primi 5 anni si potesse passare a una fase di monitoraggio costante nel tempo. I provvedimenti poi per migliorare la situazione, ove ve ne fosse bisogno, verranno ovviamente presi dalla aziende in itinere, ma anche dalle amministrazioni, provinciale se esisterà ancora nel corso del secondo quinquenni di controlli che sta partendo o da chi la sostituirà. E’ un progetto ad ampio raggio, non autocertificativo ma del quale la Provincia di Brindisi è ente vigilante, che produrrà degli effetti concreti non solo sul piano del controllo, ma anche fattivi per apportare modifiche là dove occorrano” ha concluso il Commissario Straordinario.

Schema convenzione Ditte (.pdf)

Schema convenzione Enel (.pdf)

Segnalazioni di illecito WHISTLEBLOWING Provincia di Brindisi
Responsabile della protezione dei Dati Personali
Amministrazione trasparente: logo Repubblica Italiana su bandiera nazionale.
Bussola della trasparenza logo
              

 

Scorcio porto di Brindisi

 

| Privacy | Note legali | Cookie Policy | Accessibilità | PEC |

Provincia di Brindisi - Via De Leo, 3 - 72100 Brindisi
C.F. 80001390741 - P.I. 00184540748
 Copyright © 2019 Provincia di Brindisi. Tutti i diritti riservati.