Filia Solis Logo

Contesto

L'OMS ha definito la violenza contro le donne come un problema che riguarda la salute pubblica. Essa è un fenomeno che ha una tragica costanza nel tempo e una diffusione attraverso culture e classi sociali; ha connotazioni sanitarie per le conseguenze in termini di lesioni o fratture che determina, ma è in grado di intaccare il complessivo stato di benessere psico-fisico sociale femminile e quello dei figli spesso presenti nell'agire violento dei padri.

E' opportuno ricordare a questo proposito che la Carta di Ottawa nel 1986 ha rafforzato quanto già era stato stabilito in tema di salute, dichiarando che bisogna perseguire obiettivi di enabling, cioè sostenere lo sviluppo di competenze da parte degli individui affinché questi siano maggiormente responsabili e consapevoli dei comportamenti da adottare per preservare e promuovere il proprio stato di salute. E' stato inoltre richiesto di porre l'attenzione ai setting all'interno dei quali le persone vivono, al fine di rendere gli stessi adeguati a sostenere stili di vita orientati alla salute, e di sviluppare una prospettiva d'intervento multisettoriale che non riguarda solo lo specifico settore sanitario, ma tutte le dimensioni che in un contesto concorrono a determinare e ad influenzare lo stato di salute delle persone.

Queste dichiarazioni così come quelle successive (l'ultima è quella di Bangkok nel 2005) hanno lanciato nuove prospettive di intervento ai policy makers, richiedendo l'assunzione di precise responsabilità individuali e collettive nel mantenimento o nel perseguimento del benessere.

Prendersi cura degli autori di violenze nelle relazioni di intimità significa assumersi la responsabilità di occuparsi del benessere collettivo, in particolare in questo caso di quello delle donne e dei minori che ne subiscono le conseguenze, ma anche di quello degli uomini che ne sono gli autori.

 

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo