Erchie

Dal volume "Viaggio in Terra di Brindisi" di Angela Marinazzo
Continua il viaggio nei Comuni della provincia

Palazzo Ducale
 Palazzo ducale
Foto Mogavero - Pennetta

 Le sue origini sarebbero messapiche, com'è attestato dai numerosi rinvenimenti archeologici. Sul luogo in cui sorge Erchie, la città-Stato di Oria edificò un luogo di culto, ovviamente pagano; una sua cripta divenne poi rifugio dei monaci basiliani e su questa fu costruito il santuario di Santa Lucia, divenuto meta di pellegrinaggi perché vi scorre una fonte miracolosa - per ciechi e infermi in genere - di acqua perenne. Erchie sarebbe un ricordo dell'antica distrutta Erculea, che sorgeva a meno di quattro km, e che fu distrutta o abbandonata perché troppo esposta alle incursioni barbariche (le sue rovine erano ancora visibili nel 1678). Prima che il Cristianesimo si affermasse, era molto vivo da noi il culto di Ercole (l'Eracle dei Greci), radicato soprattutto presso i Romani. Gli abitanti o i superstiti di Erculea si rifugiarono nel vicino casale sorto attorno al luogo di culto e alle cripte (un'altra grotta - quella dell'Annunziata, con tracce di affreschi - è in una cavità carsica, sulla quale si trovava un'antica diruta chiesa intitolata a San Michele), casale al quale diedero il nome del paese abbandonato, modificatosi nei secoli in Erchie. Non a caso, lo stemma comunale rappresenta Ercole che spezza una colonna.

Nel XVII secolo, Erchie entrò a far parte - come altri paesi vicini - del feudo degli Imperiali che, per ripopolarla, concessero le sue terre ai profughi di Candia, l'antico nome dell'isola di Creta oltreché della città di Heraklion, allorché la loro isola passò dalla dominazione veneziana a quella turca.

Il palazzo ducale risale agli ultimi decenni del 700 e si ritiene che sia stato disegnato dal grande architetto neoclassico di Oria Francesco Milizia (1725-1798), che fu anche uno storico dell'architettura.

 

Scorcio porto di Brindisi

 

| Privacy | Note legali | Cookie Policy | Accessibilità | PEC |

Provincia di Brindisi - Via De Leo, 3 - 72100 Brindisi
C.F. 80001390741 - P.I. 00184540748
 Copyright © 2019 Provincia di Brindisi. Tutti i diritti riservati.