Tutti i comunicati

Acque, cooperazione e gestione

La Provincia di Brindisi continua ad impegnarsi sul fronte della cooperazione territoriale e della gestione sostenibile della risorsa idrica, impegno che è stato premiato pochi giorni fa a Marsiglia, dove l'Autorità di Gestione del Programma MED – programma che vede la partecipazione di tutti i Paesi europei che si affacciano sul Mediterraneo – ha approvato la prima fase del progetto Net WEC, Water Experience Centres Network, ovvero rete di Centri di Esperienza sul tema dell'acqua.
Con questo nuovo progetto, che ha sostenuto una significativa competizione (108 progetti approvati a fronte di 526 candidature presentate) la Provincia di Brindisi è capofila di una proposta cui partecipano anche i seguenti partner: Aragonese Association of Local Authorities (Spagna); Associacao de Difesa do Patrimonio de Mertola (Portogallo); Contea di Sisak – Moslavina (Croazia); Ktada s.a. - Agenzia di Sviluppo della Dyatiki Ellada (Grecia); Toulon Provence Mediterranee (Francia).
Le principali tematiche che il progetto si prefigge di affrontare sono: la creazione e networking di Centri di Esperienza europei, all'interno degli Enti partner, sul tema della gestione dell'acqua e della lotta alla desertificazione; l'elaborazione di strumenti locali e di linee guida transnazionali per la gestione del rischio siccità, con mappatura delle zone soggette a stress idrico, livelli di allarme, sistemi di segnalazione dei rischi ecc., promuovendo la preparazione e la capacità di adattamento della società ai fenomeni di siccità, anche con il coinvolgimento della Protezione Civile; l'elaborazione di studi economici relativi all'impatto che siccità, desertificazione e cambiamenti climatici esercitano sulle principali attività locali, agricoltura e turismo in primis; la promozione di azioni - programmi educativi, servizi di consulenza, scambi di buone pratiche e campagne di comunicazione - tese a favorire lo sviluppo di una cultura del risparmio idrico in Europa, dagli usi domestici a quelli economici.
Il tema della gestione sostenibile della risorsa idrica e del rischio siccità e desertificazione è già a livelli di allarme per il nostro territorio, situazione connaturata alla zona per le sue caratteristiche morfologiche, ma anche accentuata dai cambiamenti climatici in atto, oltre che dallo stato di compromissione delle acque di falda dovuto alla salinizzazione ed all'effetto di contaminazione da inquinanti. Il problema, tuttavia, ha ormai dimensioni europee, con un crescendo di superfici in cui l'avanzamento del rischio siccità e desertificazione è ormai anche scientificamente appurato.
La Provincia di Brindisi nei prossimi mesi si impegnerà nel portare avanti la seconda fase di candidatura, che comunque premierà con l'approvazione definitiva le proposte già qualificate e che vorranno seguire eventuali suggerimenti apportati dall'UE.
A tal proposito l'Assessore alle Politiche Comunitarie della Provincia di Brindisi Lorenzo Cirasino ha dichiarato : "L'importante risultato raggiunto dal progetto NetWec nell'ambito del programma MED è l'ulteriore conferma della qualità dell'azione della Provincia di Brindisi nel settore della cooperazione territoriale e della tutela dell'ambiente. In questa direzione intendiamo proseguire anche in vista delle prossime iniziative che stanno per partire, dal nuovo programma IPA-Adriatico al Programma Operativo Grecia – Italia 2007-2013, allo scopo di confermare e laddove possibile accrescere i notevoli risultati finora raggiunti".

Scorcio porto di Brindisi

 

| Privacy | Note legali | Cookie Policy | Accessibilità | PEC |

Provincia di Brindisi - Via De Leo, 3 - 72100 Brindisi
C.F. 80001390741 - P.I. 00184540748
 Copyright © 2019 Provincia di Brindisi. Tutti i diritti riservati.