Ammontano a 31.000 euro i fondi stanziati dalla Regione Puglia alla Provincia di Brindisi per realizzare interventi finalizzati al miglioramento e la salvaguardia degli habitat naturali per incrementare la sosta e la riproduzione della fauna selvatica e assicurarne, in questo modo, una presenza costante.

E' stato presentato questa mattina, nel corso di una conferenza stampa svoltasi nell'Aula consiliare dell'Amministrazione provinciale, il bando emanato dalla Provincia che regola e stabilisce i requisiti per inoltrare le richieste di contributo da parte dei beneficiari. A tal proposito si specifica che possono accedere al bando, le cui domande dovranno pervenire entro venerdì 8 agosto presso l'Archivio generale della Provincia di Brindisi, i proprietari o i conduttori dei fondi rustici non soggetti ad attività venatoria programmata ricadenti nel territorio provinciale. Nel corso della conferenza è stato inoltre spiegato come questo bando venga finanziato attraverso una quota del Programma Venatorio Provinciale, ovvero grazie al pagamento delle tasse che annualmente ogni cacciatore versa alla Regione Puglia per esercitare l'attività venatoria sul territorio provinciale.
"E' la prima volta in dieci anni che la Provincia di Brindisi – ha dichiarato il consigliere provinciale con delega alla Caccia Pietro Mita - utilizza fondi per destinarli al miglioramento degli habitat naturali. Siamo molto soddisfatti di questo intervento che ha avuto accoglienza da parte non solo delle associazioni venatorie ma anche di quelle ambientaliste e agricole. Noi riteniamo attraverso questo tipo di intervento di creare nei prossimi anni una consequenziale attività idonea a continuare nella direzione del miglioramento degli habitat. Oggi tracciamo le linee guida di come tutti i cittadini della provincia di Brindisi che rientrano nei requisiti del bando possano fare domanda all'Amministrazione provinciale e accedere a questi fondi".
Tutta la modulistica, il bando ed il regolamento possono essere visionati presso: gli albi pretori dei Comuni del territorio provinciale, presso l'Ufficio Gestione Faunistica dell'Amministrazione provinciale e dal sito Internet dell'Ente all'indirizzo: www.provincia.brindisi.it.