Tutti i comunicati

Occupazione, intervento del''Ass. Somma

Alla data di insediamento dell'Amministrazione Errico, i dati statistici relativi agli iscritti negli elenchi dei disoccupati rilevavano 70.093 persone in cerca di occupazione e un tasso di disoccupazione pari al 25,25%. L'anno successivo, nel 2005, i lavoratori espulsi dai processi produttivi ed inseriti nelle liste di mobilità con indennità erano pari a 3.442; i lavoratori inseriti nelle liste di mobilità senza indennità erano 1.521. In crescita anche il ricorso alla Cassa Integrazione Straordinaria (CIGS) e alla Cassa Integrazione Ordinaria (CIGO).

La situazione occupazionale della Provincia espressa da questi dati da un lato e la necessità di trasferire una nuova cultura del lavoro, fondata sulla valorizzazione dell'uomo, fonte attiva di risorse, hanno rappresentato due aspetti fondamentali del nostro programma di mandato. Ciò ci ha portato a progettare azioni di politiche del lavoro finalizzate al sostegno della persona in cerca di occupazione, portatrice di capacità e competenze, prestando attenzione alla diversità delle fasce d'utenza ed includendo in un discorso di pari opportunità gli appartenenti alle categorie svantaggiate.
I Centri territoriali per l'impiego, a contatto diretto con le diverse tipologie di utenti (adolescenti in dispersione scolastica, giovani in cerca di prima occupazione, adulti disoccupati, disoccupati di lunga durata, lavoratori in mobilità, lavoratori in Cassa Integrazione, donne in reinserimento lavorativo, diversabili, stranieri) , attraverso una serie di servizi specialistici diretti alla persona , svolgono azioni di accoglienza, informazione, orientamento, consulenza e avvio a selezione per incontro domanda offerta di lavoro, assicurando politiche di orientamento e promozione al lavoro supportati da azioni strategiche pensate e progettate dall'Assessorato e finanziate con risorse del bilancio del nostro Ente.
In questo modo riusciamo a far svolgere alla funzione pubblica in materia di lavoro attività che rimuovono concretamente gli ostacoli che impediscono alle persone di prendere consapevolezza delle proprie capacità e competenze , di maturare il bisogno di essere in formazione continua per essere al passo con le esigenze del mercato del lavoro. L'impegno a lavorare in rete con le diverse istituzioni che operano in forma diretta sulla persona in orientamento e formazione come beneficiari dell'azione formativa e in forma indiretta con l'assessorato e i servizi che esso garantisce sul territorio provinciale (Enti di Formazione, Centri Territoriali Permanenti, Scuole…) per le offerte formative e le possibilità di stage che riempiono l'archivio informativo dei servizi di accoglienze e prima informazione, consente di assistere il lavoratore nella ricerca attiva e nella proposizione al lavoro.
Queste politiche rifuggono da derive assistenzialistiche.
Per raggiungere questi obiettivi la Giunta Errico ha investito nella costituzione di un Osservatorio provinciale dell'Economia e del Lavoro, in servizi di promozione e consulenza alle imprese del territorio e in attività di definizione del profilo professionale delle persone in cerca di impiego o di migliore occupazione.
Attualmente, l'Assessorato alle Politiche del Lavoro ha attivato, in forma sperimentale, iniziative mirate alla valorizzazione della persona che si propone al lavoro, offrendo strumenti finalizzati al completamento del profilo professionale, al perfezionamento delle competenze tecniche richieste dalle aziende operanti sul territorio, alla riconversione di profili obsoleti in profili professionali emergenti.. Il Progetto Evolvo, va proprio in questa direzione. Rivolgendosi agli iscritti nelle banche dati della nostra Provincia offre loro l'opportunità di ricorrere a percorsi formativi per completare studi interrotti, per qualificarsi e/o specializzarsi, per riconvertirsi e migliorare così la loro condizione lavorativa (lavoratori in mobilità).
Alle aziende, invece, il progetto Evolvo offre loro l'opportunità di avviare una serie di tirocini che consentono l'acquisizione sul campo di competenze specifiche e comunque aderenti al fabbisogno aziendale, ma anche sostegno per eventuali assunzioni garantendo il servizio di preselezione dei candidati al profilo richiesto dall'azienda. Il Progetto Evolvo, partito nel mese di marzo 2008 ha registrato, alla data odierna, la candidatura di ben 79 aziende appartenenti a settori produttivi diversi, e di n. 80 candidati a percorsi formativi.
Altro strumento messo in atto tra le Politiche Attive è il "Progetto Sole".
L'Assessorato promuove il lavoro sicuro e di qualità. Infatti, il progetto finanzia le aziende che presentano la propria candidatura con programmi di assunzione e stage finalizzati ad assicurare la migliore informazione e formazione del personale disponibile in materia di salute e sicurezza .
E' significativo il successo di queste iniziative di valorizzazione e promozione delle competenze anche in ambito di conciliazione delle vertenze di lavoro. Lo strumento di analisi delle competenze(Bilancio delle competenze) è propedeutico alle scelte di tirocinio formativo, di candidature ad offerte di lavoro, di scelte di formazione per fronteggiare situazioni di fuoriuscita dal lavoro.
Lo stesso programma di ricollocazione dei lavoratori in mobilità ex DOW, EVC, aderenti al Protocollo d'Intesa Istituzionale, sottoscritto dalla Provincia, dal Comune di Brindisi e dalla Regione Puglia, ha risposto con efficacia a questi obiettivi di reimpiego tanto che, in soli quattro anni, il numero dei lavoratori in mobilità si è dimezzato grazie alle attività di politiche attive del lavoro svolte dall'Assessorato al lavoro e formazione professionale .

L'ASSESSORE
Concetta Somma

Scorcio porto di Brindisi

 

| Privacy | Note legali | Cookie Policy | Accessibilità | PEC |

Provincia di Brindisi - Via De Leo, 3 - 72100 Brindisi
C.F. 80001390741 - P.I. 00184540748
 Copyright © 2019 Provincia di Brindisi. Tutti i diritti riservati.