Con sei voti a favore, uno contrario e 5 astenuti, sussistendo un dubbio interpretativo sulla norma vigente, non è stato approvato nella seduta odierna del Consiglio provinciale di Brindisi il documento degli Agenti contabili 2018, propedeutico all’approvazione del Rendiconto di Gestione 2018. Il presidente della Provincia, Riccardo Rossi, ha dapprima sospeso e poi dichiarato chiusa la seduta consiliare, aggiornando i lavori su questo punto in altra data e in altra assise consiliare.

“Il Rendiconto 2018 andava a mio avviso approvato – ha detto il presidente Rossi – ma c’è stata l’astensione della minoranza. C’è un dubbio interpretativo se i sei voti della maggioranza siano maggioranza oppure no. Adesso vedremo. Convocheremo un altro consiglio provinciale visto che non ci sono termini imposti per approvare il documento contabile. C’era anche una assenza giustificata nella maggioranza. Penso che prevarrà il senso di responsabilità, abbiamo 8 milioni di euro di avanzo di amministrazione con cui si possono fare lavori sulle strade e nelle scuole, per la sicurezza di tutti”.

In precedenza, il Consiglio provinciale aveva preso atto della costituzione dei Gruppi consiliari e  dei capigruppo per il biennio 2019-2021 così composti: Provincia di Brindisi con Rossi, con capogruppo Michele Salonna, Partito Democratico, con capogruppo Salvatore Ripa, Fratelli d’Italia, capogruppo Francescantonio Conte, Lega Salvini Premier, con capogruppo Arianna Conte, e Forza Italia, con capogruppo Antonio Maglietta.

Infine, rinviati ad altra seduta gli odg relativi all’Istituzione del Garante dei diritti delle persone private di libertà personale e all’adeguamento del compenso dell’Organo Revisore, ai sensi del Decreto del Ministero dell’Interno 21/12/2018