Risposta a quesito: Bando per l’affidamento dell’appalto relativo alla Progettazione esecutiva ed esecuzione dei lavori di ampliamento della S.P. 74 Mesagne – San Pancrazio S.no. CIG 6423911B0C.

Procedura aperta per l’affidamento dell’appalto relativo alla Progettazione esecutiva ed esecuzione dei lavori di ampliamento della S.P. 74 Mesagne – San Pancrazio S.no
CUP: I14E12000170001 - CIG: 6423911B0C.

RISPOSTA A QUESITO 17

Con riferimento al quesito pervenuto per la partecipazione all’appalto in oggetto, si comunica quanto segue:

Quesito registrato al prot. n. 58242 del 27.11.2015.

Quesito n. 17:

Si richiede:

Relativamente alla procedura in oggetto, e con riferimento alla polizza di cui sopra, che all’atto del contratto, l’aggiudicatario dovrà prestare insieme alle altre due garanzie previste, si richiede con la presente di specificare, se in caso di partecipazione in costituendo raggruppamento temporaneo di Imprese qualificate per prestazioni di sola costruzione e di Professionisti qualificati per l’espletamento della progettazione, la prestazione d’impegno al rilascio di tale polizza debba essere esplicitamente garantita già in fase di gara dal partecipante, e quindi eventualmente contenuta all’interno della garanzia fideiussoria provvisoria e/o allegata ad essa. E se comunque, in caso di aggiudicazione, debba essere rilasciata a nome dell’ATI o soltanto da parte dei Professionisti qualificati per l’espletamento della progettazione medesima.

 

Risposta a quesito n. 17:

R. 1:

In relazione alle prescrizioni riguardanti la cauzione e le garanzie richieste ai fini della partecipazione a gara, e per l’esecuzione del contratto, il bando di gara, in ossequio alle previsioni di legge, prevede due fasi procedurali ben distinte e diverse che interessano dette prescrizioni:

  1. garanzie ex art. 75 del D.Lgs. 163/06, da prestare all’atto dell’offerta, quindi, in uno a tutta la restante documentazione amministrativa richiesta ai fini dell’ammissione a gara;
  2. altre garanzie, che riguardano i progettisti e la cauzione definitiva, da prestare successivamente, in caso di aggiudicazione, quindi, a garanzia dell’esecuzione del contratto.

 

Pertanto, come previsto dal bando di gara, l’offerta dei concorrenti, quindi documentazione amministrativa da presentare già in sede di gara, deve essere completa di garanzia prevista al punto 12, lett. a) (pag. 3 del bando), che può essere costituita in uno dei modi e termini previsti alla predetta lett. a). La stessa, inoltre, dovrà essere corredata dalla dichiarazione d’impegno di un fideiussore, prevista alla successiva lett. b) del citato punto 12, o contenuta anche nel contesto della fideiussione della cauzione provvisoria.

Sempre come previsto dal bando di gara, ai sensi dell’art. 128 del D.P.R. 207/10, in caso di raggruppamenti temporanei ex art. 34, c. 1 - lett. d) del codice dei contratti pubblici (D.Lgs. 163/06), tali garanzie fideiussorie (o assicurative) sono presentate, su mandato irrevocabile, dalla mandataria in nome  e  per conto di tutti i concorrenti con responsabilità solidale nel caso di cui all'articolo 37, comma 5, del codice. Nel caso di cui  all'articolo  37,  comma  6,  del  codice  la mandataria  presenta,  unitamente  al  mandato   irrevocabile   degli operatori   economici   raggruppati   in   verticale,   le   garanzie assicurative dagli stessi prestate per le rispettive  responsabilità “pro quota”.

 

 

Successivamente, in caso di aggiudicazione, quindi a garanzia dell’esecuzione del contratto, l’aggiudicatario dovrà prestare:

  • garanzia fidejussoria per l’esecuzione del contratto, nella misura, nei modi e prescrizioni previsti dall’articolo 113, commi 1 e 2, del D.Lgs. 163/06 e per le finalità di cui all’art. 123 D.P.R. 207/10;
  • polizza assicurativa nei confronti della stazione appaltante per rischi di esecuzione (C.A.R.), per un importo non inferiore all’importo del contratto, e per responsabilità civile per danni a terzi (R.C.T.) ex art. 129 del D.Lgs. 163/06, ed art. 125 D.P.R. 207/10 e s.m.i.,  con le modalità e massimali di cui all’art. 43 del  capitolato speciale prestazionale;
  • polizza assicurativa per responsabilità nella progettazione esecutiva ex art. 111, comma 1, D.Lgs. 163/06, e 269 del D.P.R. 207/10, per un massimale non inferiore al 20% dell’importo dei lavori progettati, con il limite di € 2.500.000,00, ai sensi dell’art. 44 del capitolato speciale prestazionale. Tale polizza, ai sensi del citato art. 269, c. 1, del D.P.R. 207/10, in caso di appalto di progettazione ed esecuzione ex art. 53, c. 2 - lett. c), del codice, deve essere prestata dall’affidatario dell’appalto.

 

 

IL DIRIGENTE
(ing. dott. Vito Ingletti)

Scorcio porto di Brindisi

 

| Privacy | Note legali | Cookie Policy | Accessibilità | PEC |

Provincia di Brindisi - Via De Leo, 3 - 72100 Brindisi
C.F. 80001390741 - P.I. 00184540748
 Copyright © 2021 Provincia di Brindisi. Tutti i diritti riservati.