Risposta a quesito: bando per l’affidamento dell’appalto relativo alla Progettazione esecutiva ed esecuzione dei lavori di ampliamento della S.P. 74 Mesagne – San Pancrazio S.no. CIG 6423911B0C.

Procedura aperta per l’affidamento dell’appalto relativo alla Progettazione esecutiva ed esecuzione dei lavori di ampliamento della S.P. 74 Mesagne – San Pancrazio S.no
CUP: I14E12000170001 - CIG: 6423911B0C.

RISPOSTA A QUESITO

Con riferimento al quesito pervenuto per la partecipazione all’appalto in oggetto, si comunica quanto segue:

 

Quesito registrato al prot. n. 54232 del 06.11.2015.

 

Quesito n. 5:

Si richiede:

  • Il progettista indicato dall’impresa, può far ricorso all’avvalimento con altro soggetto?
  • In riferimento ai requisiti per la progettazione, si chiede se è corretto interpretare che le unità previste per lo svolgimento dell’incarico sono almeno n. 2 unità e che quindi il requisito viene soddisfatto se si ha un personale tecnico medio dell’ultimo triennio pari ad almeno n. 4 unità.

 

Risposta a quesito n. 5:

 

R. 1: Dispone il comma 3 dell’art. 53, del D.Lgs. 163/06 che “Quando il contratto ha per oggetto anche la progettazione, ai sensi del comma 2, gli operatori economici devono possedere i requisiti prescritti per i progettisti, ovvero avvalersi di progettisti qualificati, da indicare nell’offerta, o partecipare in raggruppamento con soggetti qualificati per la progettazione”; ai sensi del successivo comma 3-bis, l'appaltatore può avvalersi di uno o più soggetti qualificati alla realizzazione del progetto.

Ne deriva, quindi, che l’istituto dell’avvalimento è previsto solo per gli operatori economici concorrenti e non per gli ausiliari progettisti qualificati; questi ultimi, pertanto, non possono, a loro volta, qualificarsi ricorrendo ad altro avvalimento, in quanto tale istituto di “soccorso” è previsto solo per il “concorrente” e non per l’ausiliario, poiché ciò comporterebbe, potenzialmente, una catena di avvalimenti a cascata di “ausiliari dell’ausiliario”, ovvero possibilità preclusa dalla normativa vigente in materia.

R. 2: Per soddisfare il requisito della progettazione previsto al punto 2.d) del bando di gara, il numero medio annuo di personale tecnico utilizzato negli ultimi tre anni deve essere almeno di quattro unità.

 

IL DIRIGENTE
(ing. dott. Vito Ingletti)

Scorcio porto di Brindisi

 

| Privacy | Note legali | Cookie Policy | Accessibilità | PEC |

Provincia di Brindisi - Via De Leo, 3 - 72100 Brindisi
C.F. 80001390741 - P.I. 00184540748
 Copyright © 2021 Provincia di Brindisi. Tutti i diritti riservati.