Risposta a quesiti: Affidamento del servizio di assistenza sociale di trasporto assistito degli alunni diversamente abili. CIG: 5227421C43.

Oggetto: Quesiti. Procedura aperta per l’affidamento del servizio di assistenza sociale del trasporto assistito degli alunni diversamente abili, residenti/domiciliati in provincia di Brindisi, frequentanti gli istituti scolastici di secondo grado di competenza della provincia di Brindisi. 2013/2016.
Cig: 5227421C43

 

Quesito a)

Si chiede se il possesso da parte dell’azienda partecipante dei 7 pulmini adibiti al trasporto disabili è richiesto a pena d’esclusione o vi è la possibilità di dichiarare in fase di gara un impegno di acquisto in caso di aggiudicazione.

Risposta quesito a)

Il possesso dei pulmini deve essere documentato sin dalla fase di partecipazione alla gara.

 

Quesito b)

Si chiede se attualmente vi è personale con obbligo di assunzione e, in caso di risposta affermativa, quanti sono gli addetti e qual è il loro inquadramento nell’ambito del CCNL.

Risposta quesito b)

Attualmente non vi è personale con obbligo di assunzione.

 

Quesito c)

Si chiede un’interpretazione autentica relativa al calcolo della media di anzianità dei mezzi da utilizzare.

Risposta al quesito c)

I punteggi saranno assegnati come da disciplinare di gara:

10 punti per ogni veicolo immatricolato dal 2009 in poi

1.50 punti per ogni veicolo a metano,

2 punti per ogni veicolo immatricolato dal 01.01.2008,

1 punto per ogni autoveicolo immatricolato dal 01.01.2007,

0,5 punti per ogni autoveicolo immatricolato negli anni 2005 e 2006.

Tuttavia, considerato che nel disciplinare di gara, nella sezione I “Criteri di aggiudicazione”, sottosezione A2 “Modernità dei mezzi” vengono attribuiti massimo 10 punti su 100, il punteggio complessivo riportato da ciascun concorrente, sarà depurato dei punti che eccedono i 10.

 

Quesito d)

Si chiede se per il servizio di trasporto assistito si possono utilizzare mezzi con capienza massima di 10 posti.

Risposta quesito d)

L’art. 5 del Capitolato speciale d’appalto, prevede che gli automezzi debbano avere un numero di posti a sedere mediamente pari a 16 (sedici). Il concorrente può utilizzare mezzi con capienza massima di 10 posti, purchè sufficienti al trasporto di tutti gli alunni attuali e futuri secondo il piano degli interventi autorizzato dalla Provincia. Si ricorda in ogni caso, quanto previsto dall’art. 4 del Capitolato secondo il quale, “nell’organizzazione del servizio, occorre prevedere un’ulteriore disponibilità di posti di almeno 1/5 rispetto all’attuale piano di intervento”.

 

Quesito e)

Si chiede cosa accadrebbe qualora si verificasse una riduzione giornaliera di utenti trasportati, atteso che il corrispettivo spettante sarebbe notevolmente inferiore alla spesa sostenuta.

Risposta quesito e)

Il corrispettivo del servizio da liquidare è calcolato sulla base degli alunni disabili effettivamente trasportati giornalmente; qualora il numero giornaliero degli utenti dovesse subire una variazione in diminuzione, le maggiori spese sono a carico esclusivo dell’appaltatore.

 

Quesito f)

Si chiede se è previsto un costo base minimo garantito nell’eventualità di minor utenti trasportati giornalmente.

Risposta quesito f)

Non vi è alcun costo base minimo garantito nell’eventualità di minori utenti trasportati giornalmente.

 

Quesito g)

Si chiede come viene effettuato il servizio nella zona di Fasano dove si riscontra che vengono prelevati n. 2 o 3 utenti rispettivamente da Pezze di Greco e da Cisternino e vengono accompagnati agli istituti di Fasano, con un corrispettivo non sufficiente per la gestione del servizio.

Risposta quesito g)

Il servizio di trasporto deve essere erogato, secondo l’attuale piano di intervento, ad alunni diversamente abili le cui scuole sono ubicate nel raggio massimo di 35 Km dai comuni di residenza/domicilio; per tutti il servizio deve svolgersi allo stesso modo, come da capitolato speciale d’appalto.

 

Quesito h)

Si chiede se vi è un orario massimo di permanenza sul mezzo prima di  arrivare all’istituto scolastico.

Risposta quesito h)

L’appaltatore deve organizzare il servizio in modo tale da consentire agli alunni il rispetto degli orari di ingresso/uscita dalla scuola. Si rammenta che “la permanenza sul mezzo” costituisce un elemento della proposta di “Piano del servizio” di cui alla Sezione I, sottosezione A1 del disciplinare di gara, che sarà oggetto di valutazione qualitativa in sede di offerta tecnica, particolarmente rilevante sul punteggio finale.

 

Quesito i)

Si chiede cosa accade economicamente qualora degli utenti decidessero di non utilizzare più il servizio trasporto.

Risposta quesito i) 

Si rinvia alla risposta n. 4 e comunque si evidenzia che gli eventi eccezionali che potrebbero verificarsi, non possono essere oggetto di discussione in questa sede.

Scorcio porto di Brindisi

 

| Privacy | Note legali | Cookie Policy | Accessibilità | PEC |

Provincia di Brindisi - Via De Leo, 3 - 72100 Brindisi
C.F. 80001390741 - P.I. 00184540748
 Copyright © 2021 Provincia di Brindisi. Tutti i diritti riservati.