Quesito n. 1

a pag. 3 del Disciplinare, dove si descrivono le modalità di predisposizione della domanda di partecipazione e dell’annessa dichiarazione, da un certo punto si specifica: “Poiché l’esperienza è requisito di valutazione in sede d’offerta tecnica, il concorrente in questa dichiarazione DEVE LIMITARSI AD INDICARE SOLO IL REQUISITO MINIMO RICHIESTO PER L’ACCESSO, PENA L’ESLUSIONE DALLA GARA”.

Se guardiamo il modello della dichiarazione predisposto dall’Ente, il punto 4 prevede che la Ditta : “Attesta di aver prestato nell’ultimo anno i seguenti servizi, analoghi per tipologia (servizi ai disabili) e aventi valore economico mediamente pari a €”, con la presente si chiede se con il termine “mediamente” si intende la media tra i servizi analoghi svolti dalla partecipante nel triennio, oppure solamente tra quelli minimi indicati per la dimostrazione del requisito di ammissione.

 

Risposta n°1

L’esperienza valutabile ai fini della qualità dell’offerta tecnica è unicamente quella specifica maturata nel campo dei servizi d’integrazione scolastica e sociale a favore di disabili sensoriali.

Pertanto quanto evidenziato alla pagina 3 del disciplinare si deve riferire al punto 5 del modello di dichiarazione predisposto dalla stazione appaltante e non al punto 4 ( servizi analoghi).

Per servizi analoghi s’intendono quelli a favore dei disabili in generale. Vedasi precedente risposta ad altro quesito posto da terzi.